Se disponibile: spedizione ordinata prima delle 17:00 dello stesso giorno lavorativo
30 dagen retour recht
Elevati clienti soddisfatti
Spedizione veloce

Amstel Gold Race

A metà degli anni '60, i Paesi Bassi avevano una ventina di ritmi professionali e anche il Giro del Limburgo e dell'Olanda Meridionale, ma nessuna competizione aveva l'aspetto di un classico. Gli appassionati di ciclismo e gli organizzatori hanno guardato le Fiandre divertendosi un sacco ogni settimana. Herman Krott, lo scopritore di Peter Post e Gerrie Knetemann e chef d'equipe della squadra ciclistica Amstel, era una di quelle persone. Voleva organizzare una grande gara da città a città, una gara ciclistica dal fascino che alla fine dovrebbe diventare un classico.

Uno sponsor aveva trovato rapidamente l'Amsterdammer e anche un percorso allettante: Amsterdam-Maastricht, ma una corsa di 350 chilometri era un po 'troppo bella. Anche l'idea di andare in bicicletta da Amsterdam a Rotterdam è stata licenziata perché la polizia non ha permesso al gruppo di guidare sul ponte Moerdijk. Alla fine, la prima edizione - il giorno della regina 1966 - fu deciso di guidare da Breda a Meerssen, un villaggio sulle colline del Limburgo.

Molto è andato storto con la prima Amstel Gold Race, che nel 1991 è stata insignita della "categoria hors classica". Poco prima della partenza, la polizia nazionale è venuta a dirci che, a causa delle piazze del villaggio chiuse dai partiti per la festa della Regina e dai lavori stradali, erano state messe varie deviazioni nel corso. Ha reso la gara di circa quaranta chilometri in più. Per inciso, il cinque volte vincitore del Tour Jacques Anquetil non si è preoccupato. Alla fine ha chiuso bene i freni prima del traguardo ed è sceso: il suo contratto ha dichiarato che doveva guidare 260 chilometri, non 302. Un altro favorito, il francese Jean Stablinski, ha vinto il primo episodio.

Già nel 1973 si tenne la più leggendaria Amstel Gold Race. Subito dopo la partenza dal nuovo punto di partenza a Heerlen, il gruppo è stato colpito da forte vento, pioggia, neve e grandine. La temperatura era intorno al punto di congelamento e in realtà era irresponsabile pedalare, ma nessuno ha osato prendere la decisione di annullare la gara. Anche il vincitore Eddy Merckx, che, come al solito, si era allontanato dal resto senza staccarsi, è stato appena mosso dal freddo. Il suo manager è stato in grado di tenere il passo con lui alla fine della giornata. Merckx implorò il cibo, ma poco prima del finale c'era solo del tè caldo in magazzino. Il Cannibale non l'ha bevuto, ma l'ha versato nei suoi panni, sopra i suoi piedi ghiacciati.

Dalla fine degli anni '70, gli olandesi hanno governato nel loro paese per un decennio. Delle dodici edizioni che hanno avuto luogo tra il 1977 e il 1988, un conterraneo ha trionfato dieci volte, interrotto dalle vittorie di Phil Anderson e Bernard Hinault. Durante la vittoria del francese nel 1981, il gruppo non ha visto una mano per tutto il giorno a causa della fitta nebbia. In uno sprint di massa unico ma bellissimo nel Limburgo meridionale, Hinault è appena entrata nel secondo centinaio di metri per la seconda volta.

Quell'anno nessun olandese finì tra i primi tre, una rarità in quegli anni. Nel 1977 l'intero palco era rosso-bianco-blu con Hennie Kuiper, Gerrie Knetemann e il vincitore Jan Raas. Fu la prima vittoria della Zelanda che vinse cinque in sei anni. La gara fu quindi chiamata per un po 'l'Amstel Gold Raas. C'era una boccata d'aria fresca nel 1978, comunque. Chiaramente visibile a tutti i telespettatori, Jan Raas è scappato a lungo nella scia del motore di AVRO's Sports Panorama. Il numero due Francesco Moser era giustamente furioso. "Non tornerò mai più qui", gridò.

Per oltre vent'anni, gli stranieri sono stati responsabili nelle colline del Limburgo, con le vittorie di Michael Boogerd (1999) e Erik Dekker (2001) come eccezioni. Entrambi hanno battuto Lance Armstrong, che in seguito si è ritirato dai risultati, in uno sprint-à-deux.

Dall'ultima vittoria olandese è fortunatamente possibile per i dilettanti e gli appassionati ciclare il classico un giorno prima dei professionisti. Percepire il carattere speciale dell'Amstel Gold Race: l'infinito svoltare e svoltare in salita, in discesa, sulle strette strade del Limburgo. Per vedere come tutto il succo viene spremuto dalle gambe a 700 metri sul Keutenberg, che è chiamato la montagna più ripida dei Paesi Bassi con un aumento massimo del 22%. Il Cauberg non è anche per il gatto, perché la salita finale della corsa è lunga quasi un chilometro e mezzo, ma il vero morso del vitello è l'Eyserbosweg, che sale piacevolmente i primi seicento metri dal pittoresco Eys, ma improvvisamente si trasforma in una foresta kink ne sa più del 18%. "Non conosco un'altra salita che è così debilitante", ha detto Michael Boogerd. Ma il commento del ciclista olandese di maggior successo negli ultimi anni non spaventa il vero entusiasta: i 12.000 posti disponibili (60, 100, 125, 150, 200 o 250 km) sono ora poco più di mezzo anno tramite il sito web dell'organizzazione ora esaurito. Logico, perché l'unico classico olandese, deve aver guidato un piccolo pilota, giusto?

 
 
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo di cookie ci aiuteranno a migliorare questo sito. Nascondi questo messaggio Maggiori informazioni sui cookie »
Se disponibile: spedizione ordinata prima delle 17:00 dello stesso giorno lavorativo
30 dagen retour recht
Elevati clienti soddisfatti
Spedizione veloce